News

Corso di lingua cimbra a Rotzo/Rotz (VI)

In continuazione con l’attività svolta gli anni scorsi, l'Istituto di Cultura Cimbra di Roana, in collaborazione con la Biblioteca Civica di Rotzo, organizza il CORSO di LINGUA CIMBRA 2017/18, tenuto dall'appassionato di storia locale e lingua cimbra Lauro Tondello.

Le lezioni saranno strutturate in due momenti:

- corso base per principianti, con inizio giovedì 16 novembre 2017;
- corso avanzato con dialoghi in cimbro e la partecipazione di Gianni Vescovi Vischofar, con inizio giovedì 8 febbraio 2018.

I corsi si terranno presso la Biblioteca Civica di Rotzo (VI), situata al piano terra del Municipio, con inizio delle lezioni alle ore 20,30.

Per informazioni e prenotazioni:
Sig. Lauro Tondello tel. 0424-691072
Municipio di Rotzo tel. 0424-691003

Scarica la locandinaDownload

Giovanni Battista Fabris ricordato a Roana

Giovanni Battista Fabris è nato nel 1761 a Roana, in contrada Pozzo, da una semplice famiglia di agricoltori. La madre Antonia Dal Pozzo proveniva da Rotzo. Date le sue doti di intelligenza e di bontà d’animo, fu avviato agli studi in Seminario a Padova  dove divenne sacerdote e prestigioso insegnante di latino. In lingua latina scrisse “La Fringuelleide”, un poema sulla caccia studiato anche nelle università per le sue straordinarie qualità di cultura e di lingua, e pubblicato in diverse edizioni, fino a quella di quest’anno curata con la nuova traduzione italiana di Leandro Stefani. Ogni anno Giambattista Fabris veniva a caccia al suo paese, dove aveva un “roccolo” sul colle del Khèstelle, da lui chiamato “luce degli occhi miei e gloria straordinaria della caccia”. Il suo poemetto dimostra un grande attaccamento al mondo vegetale, animale, umano di Roana e dell’altopiano. La sua poesia non era accademica e convenzionale, ma “frutto di un autentico batticuore” (Ferdinando Bandini). Giovanni Battista Fabris morì a Padova nel 1817 e fu celebrato a Roana nel 1882 con una grande festa organizzata dal Comune, festa che ha visto convenire gente e autorità di tutto l’altopiano. In quella occasione fu posta nella chiesa parrocchiale di Roana una lapide commemorativa che andò distrutta durante la grande guerra e che ora è stata ripristinata dalla Parrocchia in collaborazione con l’Istituto di Cultura Cimbra, sempre all’interno della chiesa. La nuova lapide è stata scoperta domenica 8 ottobre 2017, dopo la Messa solenne in occasione della festa patronale di Santa  Giustina.

Giovanni Battista Fabris è stato anche l’autore della traduzione in lingua cimbra del Catechismo Napoleonico, stampato dal Vescovo di Padova nel 1812 per la comunità dell’altopiano. Si tratta di un testo prezioso, ritenuto dagli esperti austriaci e tedeschi,  una testimonianza molto più viva e interessante rispetto alle traduzioni cimbre dei catechismi dei secoli precedenti (Wolfgang Meid). Testo definito “uno dei documenti più significativi della letteratura cimbra” (Marco Scovazzi – Università di Milano). Molte formule astratte sono tradotte in cimbro acquistando maggior concretezza rispetto alla versione italiana. Tra diversi punti interessanti, si può cogliere quello che, parlando del quarto comandamento diceva di “onorare il padre e la madre e i doveri verso Napoleone I, Imperatore e Re nostro”. Giambattista Fabris non ha tradotto in cimbro i doveri verso Napoleone, conoscendo bene il senso di indipendenza della gente dei Sette Comuni, contraria a ogni sottomissione servile. Significativo in questo catechismo è anche il riferimento alla preghiera, definita  “an hévensich met dem’ unzarn herzen in Gott den Herren”, cioè  un elevarci con i nostri cuori a Dio. La preghiera non tanto come ritualismo, formalità esteriore. Non tanto una elevazione della mente, ma elevazione del cuore, sede dei sentimenti più profondi di una persona. Sulla importanza della preghiera Giovanni Battista Fabris ha scritto anche un trattato particolare, assieme ad altre opere andate perdute. Giovanni Battista Fabris viene così ricordato a Roana nel secondo centenario dalla sua scomparsa. Egli resta a Roana e sull’altopiano “bor hòrtan in unzarn hertzen”, per sempre nei nostri cuori.

Presentazione de “La Fringuelleide” a Roana/Robaan

Venerdì 18 agosto 2017, alle ore 20:45 presso il Museo della Tradizione Cimbra di Roana/Robaan (VI), verrà presentata la nuova ristampa del poema sulla caccia “La Fringuelleide” di Giovanni Battista Fabris, con il testo originale in latino e la traduzione italiana di Leandro Stefani.

L’autore del poema, Giovanni Battista Fabris, nacque a Roana nel 1761 e morì a Padova nel 1817. Dedicò la sua vita allo studio ed all’insegnamento della lingua latina presso il Seminario di Padova, e curò la traduzione in lingua cimbra del Catechismo del 1813 (“Dar kloane Catechismo vor dez Bèloseland, vortraghet in ‘z gaprecht von Siben Perghen”).

Scarica la locandinaDownload

Il Collare Cimbro a mons. Georg Gänswein

Il teologo mons. Luigi Sartori è stato ricordato nel suo paese, Roana, a 10 anni dalla sua scomparsa, con una qualificata serie di manifestazioni organizzate dalla Diocesi di Padova, dalla Facoltà teologica del Triveneto e dalla Parrocchia di Roana, con la collaborazione dell’Istituto di Cultura Cimbra. Le varie manifestazioni hanno visto partecipazione ed interesse, di amici venuti anche da lontano, con il comune obiettivo di riconoscere il valore culturale e spirituale dell’opera del teologo roanese, e con  l’impegno di continuare la sua ricerca anche nel presente e nel futuro, su temi importanti come la nuova identità del cristiano nei nostri tempi ed il dialogo nel mondo tra tutte le religioni.

Molto sentito è risultato il concerto d’organo con un piacevole repertorio musicale e  con letture e commenti di opere di mons. Sartori, fatti da don Giovanni Brusegan, delegato diocesano per l’ecumenismo. Il nuovo libro “La fede lievito della storia. Il senso dell’itinerario teologico di Luigi Sartori”, è stato presentato dall’autore Antonio Ricupero , un ingegnere laureatosi in teologia presso la facoltà teologica del Triveneto. Un libro di fondamentale interesse per comprendere la figura e l’opera di Sartori, articolata nelle sue diverse stagioni e nelle sue varie tematiche.

Le manifestazioni sono culminate con la  Messa solenne, celebrata da mons. Georg Gänswein, segretario personale di Papa Benedetto XVI e Prefetto della Casa Pontificia, che presiede a tutti i rapporti e a tutte  visite nella Santa Sede con esponenti di tutto il mondo. La presenza di mons. Gänswein a Roana era una testimonianza della profonda amicizia tra Papa Ratzinger ed il teologo di Roana, e molti hanno visto in essa anche un chiaro riconoscimento del valore della teologia e dell’azione di Sartori nell’ambito della chiesa italiana. Alla fine della Messa, mons. Gänswein ha portato i saluti di Papa Ratzinger agli amici di Roana, i suoi ricordi dell’altopiano e della cultura cimbra da lui conosciuti nelle sue permanenze a Roana circa quarant’anni fa. Dopo i saluti del Parroco di Roana don Lino Prearo e del Sindaco di Roana Valentino Frigo, ha portato il saluto Jacob Ossner, presidente del Curatorium Cimbricum Bavarense che ha collaborato a suo tempo a stringere i rapporti tra l’allora prof. Ratzinger ed il prof Sartori. Il presidente dell’Istituto di Cultura Cimbra Sergio Bonato ha consegnato quindi a mons. Gänswein il Collare  Cimbro dei Sette Comuni, come segno particolare di amicizia e come ricordo di riconoscenza per questa visita, con alcune opere di mons. Sartori, con alcune testimonianze della cultura dell’altopiano e con un cesto gradito di prodotti locali. Un ricco buffet in piazza organizzato dalla Parrocchia, con la Pro Loco ed il Gruppo Alpini, ha coronato questa straordinaria giornata di festa, che ha visto anche la scopertura di una lapide ricordo nella casa natale di mons. Luigi Sartori, in piazza, vicino alla chiesa.

Presentazione del vocabolario comparato ed altri scritti di Agostino Dal Pozzo

Sabato 5 agosto 2017, alle ore 11:00 presso la Sala dei Quadri del Municipio di Asiago (VI), verrà presentato il nuovo volume "Vocabolario comparato della lingua cimbra ed altri scritti di Agostino Dal Pozzo (1732-1798)", a cura di Giancarlo Bortoli, con traduzioni di Enrico Sartori. Si tratta della pubblicazione dei manoscritti inediti delle biblioteche di Innsbruck e Bassano, con la comparazione fra il cimbro dei Sette Comuni e le antiche lingue nordiche. Il libro contiene inoltre componimenti poetici ed altri scritti. All'incontro saranno presenti l'autore, il traduttore ed i rappresentanti dell'Istituto di Cultura Cimbra di Roana. La cittadinanza è invitata a partecipare.

ISTITUTO DI CULTURA CIMBRA
“Agostino Dal Pozzo”

via Romeo Sartori, 20
36010 ROANA (Vicenza)
Email: cimbri7comuni@gmail.com

‘S HAUS DAR TZIMBRISEN BISSEKHOT
“Agustin Prunnar”

Romeo Sartori bèg, 20
36010 ROBAAN (Viséntz)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie. Usando il nostro servizio accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Cookie Policy