Poesie

Bar haban galàsset dorsbintan (Abbiamo lasciato sparire)

Bar haban galasset dorsbintan soveldar tretta-beghelen,
bar haban galasset dorderran soveldar pròndalen,
bar haban gaòodeghet bisen un bellar:
bar sainan borlòart hortan meeront in dar oode
aàparnten hiin ane vorhòozane lentar.

Badar z unzar voorhòosane lant ist hia,
schùschen disen perghen un diisen khnotten:
hia, bidar untarhàlte von hiirte-dìnost khnotten;
hia, bidar in loach von vòghellen gotten,
hia, zo snappan de tabel von nojen un alte oòanegheschritten,
hia, zo machan gùnsalan milch und huunikh aus disar heerten èerden.

 

Abbiamo lasciato sparire tanti sentieri,
abbiamo lasciato prosciugare tante sorgenti,
abbiamo lasciato incolti prati e boschi:
siamo perduti sempre più nel deserto,
in un esodo senza terre promesse.

Ma la nostra terra promessa è qui,
tra questi monti e questi sassi:
qui, contro oppressioni di servitù avvilenti,
qui, contro illusori idoli dorati,
qui, per raccogliere le tavole di nuove e antiche alleanze,
qui, per stillare latte e miele da questi duri sassi.


Sergio Bonato

Traduzione in lingua cimbra di Remigius Geiser

(dalla raccolta “Soltanto Parole – Anlòan Bortar”)

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

ISTITUTO DI CULTURA CIMBRA
“Agostino Dal Pozzo”

via Romeo Sartori, 20
36010 ROANA (Vicenza)
Email: cimbri7comuni@gmail.com

‘S HAUS DAR TZIMBRISEN BISSEKHOT
“Agustin Prunnar”

Romeo Sartori bèg, 20
36010 ROBAAN (Viséntz)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie. Usando il nostro servizio accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Cookie Policy